Perché è meglio evitare di iniziare una causa per una questione di principio

Esistono diverse ragioni per cui è bene evitare di iniziare una causa per una questione di principio. Ne parlerò in questo articolo.

  1. Innanzitutto le cause possono essere molto costose. Anche quando si è convinti di avere ragione da vendere, in molti casi la vittoria non è garantita. Le spese legali possono essere molto elevate, soprattutto se la causa richiede tanto lavoro per gli avvocati ed è necessario l’intervento di eventuali consulenti del giudice o delle parti. Inoltre, anche se si vince la causa, spesso la somma liquidata dal giudice per le spese di avvocato non è sufficiente a coprire tutti i costi. Infine vincere una causa non è sempre sufficiente ad ottenere giustizia; si pensi alla condanna di un debitore a pagare delle somme quando però la parte soccombente nel giudizio non ha beni pignorabili.
  2. Le cause per questioni di principio possono spesso essere molto emotive. Ci si sente in dovere di lottare per i propri diritti, ma questo può portare a una forte polarizzazione e a un acuirsi delle posizioni. In molti casi, le parti coinvolte possono diventare così concentrate sulla loro posizione che perdono di vista l’obiettivo principale, ovvero trovare una soluzione che abbia il miglior rapporto costi / benefici e che sia il più possibile giusta ed equa. Questo può portare a conflitti prolungati e inutili, che potrebbero essere evitati se le parti fossero disposte a trovare un compromesso.
  3. Iniziare una causa per una questione di principio può danneggiare irrimediabilmente le relazioni personali. Anche se si crede di avere ragione, è importante ricordare che le persone coinvolte nella causa potrebbero avere opinioni diverse e che spesso il giusto si trova nel mezzo. Iniziare una causa per una questione di principio può portare a una rottura delle relazioni personali, soprattutto se la causa dura molti anni. Questo potrebbe causare danni irreparabili alle relazioni personali che potrebbero essere evitati se le parti fossero disposte a discutere e trovare un compromesso.
  4. Le cause possono essere molto stressanti. Anche se si è convinti di avere ragione, una causa può essere estremamente stressante e possono essere necessari molti anni per giungere a una conclusione.

Probabilmente non vi aspettavate di leggere queste righe nel sito di un avvocato, almeno di un avvocato nella sua versione stereotipata. Sono convinto che la causa sia l’ultima strada da percorrere dopo aver valutato attentamente la questione nel suo complesso, gli interessi in gioco ed aver fatto un’attenta comparazione dei costi e dei benefici. Esistono strumenti che possono aiutare le parti a trovare una soluzione dei conflitti alternativa alle cause, come la negoziazione e la mediazione civile. E’ bene non sottovalutare questi strumenti che in alcuni casi possono aiutare le parti a risolvere più velocemente i propri problemi. Evitare di iniziare una causa per una questione di principio non significa che non si debba lottare per difendere i propri diritti ma che a volte esistono modi migliori per tutelare le proprie ragioni. Infine quando si inizia una causa per una questione di principio bisogna essere consapevoli del fatto che spesso avere ragione in astratto non corrisponde ad ottenere giustizia in concreto.

Foto di 卡晨 su Unsplash

Per informazioni compila in modulo sotto oppure chiama il numero 0639745668

[contact-form-7 id=”2146″ title=”Modulo di contatto 1″]
Skip to content