Perchè gli italiani vogliono l’avvocato gratis o quasi gratis ?

In Italia è purtroppo una pratica diffusa cercare di evitare di pagare l’avvocato, se non addirittura di ottenere i suoi servizi gratuitamente approfittando magari di una prima consulenza gratuita o a bassissimo costo.

Perché succede questo ? Quali sono le ragioni alla base di questa tendenza ?

Innanzitutto, va detto che la figura dell’avvocato in Italia spesso non gode di grande considerazione. Questa situazione stride certamente con l’indubbio fascino che ha la figura dell’avvocato, se consideriamo la grande quantità di romanzi, film e serie televisive di grande successo che hanno proprio gli avvocati come protagonisti.

A volte alcuni ritengono che gli avvocati siano troppo costosi o che non facciano abbastanza per difendere i propri clienti. Tuttavia, bisogna considerare che i costi dell’avvocato sono sempre commisurati alla complessità del caso e che un avvocato esperto e competente può fare la differenza tra la vittoria e la sconfitta in un processo.

Per garantire ai cittadini una maggiore trasparenza nella determinazione dei compensi da pagare all’avvocato per l’attività svolta, la Legge 4 agosto 2017, n. 124 (“Legge annuale per il mercato e la concorrenza”), entrata in vigore il 29 agosto del 2017 ha introdotto l’obbligo di preventivo a carico del professionista. Il preventivo deve contenere la prevedibile misura del costo della prestazione, distinguendo fra oneri, spese – anche forfettarie – e compenso professionale.

Un ruolo lo ha senz’altro la mancanza di conoscenza della legge e dei propri diritti.

Spesso, infatti, le persone non sono consapevoli di quali siano i propri diritti in una determinata situazione o di quali siano le possibilità di difesa. Ciò può portare ad uno stato di fatalismo, in cui si ritiene che non sia possibile ottenere giustizia a prescindere dall’avvocato scelto o addirittura che non ne valga la pena. Quindi, magari dopo aver racimolato su Internet qualche informazione generica somigliante al proprio caso, molti rinunciano e se ne disinteressano, andando incontro quasi sempre a seri e ben più gravi problemi.

Un’altra possibile spiegazione è la diffidenza nei confronti degli avvocati e della giustizia in generale. La durata spesso irragionevole dei processi si ripercuote soprattutto sugli avvocati che sono il primo referente del cittadino che abbia bisogno di rivolgersi ad un giudice per tutelare i propri diritti. Molte persone hanno avuto esperienze negative con la giustizia e ciò può portare a una sorta di sospetto generalizzato verso la figura dell’avvocato, che viene vista a volte solo come un costosissimo obbligo e non come una risorsa preziosa per ottenere giustizia.

In conclusione, la tendenza degli italiani a rinunciare alla tutela dei propri diritti o ad evitare di pagare all’avvocato un giusto compenso chiedendo prestazioni gratuite o a bassissimo costo può essere spiegata da diverse ragioni, tra cui la percezione dei costi elevati, la mancanza di conoscenza della legge e dei propri diritti, la diffidenza verso gli avvocati e la giustizia in generale e la scarsa fiducia nel sistema giudiziario.

Tuttavia, è importante sottolineare che un avvocato esperto e competente può fare veramente la differenza tra la vittoria e la sconfitta in un processo e che il costo dei suoi servizi è sempre commisurato alla complessità del caso. Molto spesso un bravo avvocato può riuscire anche ad evitare le lungaggini processuali al proprio assistito, utilizzando uno degli strumenti alternativi di riusoluzione delle controversie previsti dal nostro ordinamento giuridico.

Pertanto, invece di decidere di evitare di pagare l’avvocato ignorando l’esistenza del proprio problema legale o di cercare servizi gratuiti o a bassissimo prezzo, è sempre consigliabile valutare attentamente la situazione e scegliere un professionista di fiducia e competente che possa rappresentare al meglio i propri interessi.

Infine in Italia esiste una forma di assistenza come il patrocinio a spese dello Stato, rivolta a persone che non dispongano delle risorse economiche necessarie per affrontare un processo.

La figura dell’avvocato è essenziale per il funzionamento del sistema giudiziario e per la tutela dei diritti dei cittadini e di questo fatto il nostro legislatore dovrebbe senz’altro tenere maggior conto.

Un avvocato esperto e competente può fare la differenza e rappresenta una risorsa preziosa per tutti coloro che si trovano ad affrontare un problema legale. Per questo è sempre importante scegliere con cura il professionista a cui affidarsi al fine di ottenere la migliore tutela dei propri diritti e interessi, badando principalmente alla qualità del servizio piuttosto che al prezzo.

Per informazioni compila in modulo sotto oppure chiama il numero 0639745668

[contact-form-7 id=”2146″ title=”Modulo di contatto 1″]
Skip to content